Vittorio De Seta

Dae Wikipedia, s'entziclopedia lìbera.
Bae a: navigadura, chirca

Ozieri-Stemma.png
Articulu in logudoresu
Ozieri-Stemma.png

Vittorio De Seta

Vittorio De Seta (Palermu, 15 de santuaine 1923) est unu regista e isceneggiadore italianu.

Biografia[acontza | edit source]

Inizi[acontza | edit source]

Appartenente a una familia aristocratiga, poi de aere istudiadu pro calchi annu architetura a Roma, in su 1953 comintzay sa carriera cinematografiga trabagliente comente aiuto regista de Mario Chiari. Daboi si fit dedicadu a s'attividade de isceneggiadore e documentarista.

Filmografia[acontza | edit source]

Film[acontza | edit source]

Documentarios[acontza | edit source]

Anni 1950

In sos annos 1950 De Seta at giradu una serie de documentarios muzzos subra sa vida de ogni die e de su trabagliu in s'Italia insulare: piscadores, massaios, pastores e minadores in Sitzìlia e Sardigna.[1] Tra custos cortometraggios su documentariu Isola di fuoco, ambientadu in sas isolas Eolie, fit istadu premiadu comente e mezus documentariu a su Festival di Cannes de su 1955.[2] I dimenticati, ultimu de i cussu periodo, est istadu giradu in Calabria.

  • 1954. Vinni lu tempu de li pisci spata (11 min.)
  • 1954. Isola di fuoco (11 min.)
  • 1955. Sulfarara (10 min.)
  • 1955. Pasqua in Sicilia (11 min.)
  • 1955. Contadini del mare (10 min.)
  • 1955. Parabola d'oro (10 min.)
  • 1958. Pescherecci (11 min.)
  • 1958. Pastori di Orgosolo (11 min.)
  • 1958. Un giorno in Barbagia (14 min.)
  • 1959. I dimenticati (20 min.)

Nel 2008 la serie è stata restaurata dalla Cineteca di Bologna,[1] e pubblicata in un DVD intitolato Il mondo perduto,[3] insieme a un libro che, fra gli altri, raccoglie i commenti di Roberto Saviano, Martin Scorsese e Vincenzo Consolo.[4]

Anni 1970 - 2000
  • 1977-1980. Quando la scuola cambia, (226 min.)
  • 1980. La Sicilia rivisitata, (210 min.)
  • 1980. Hong Kong, città di profughi, (135 min.)
  • 1983. Un carnevale per Venezia.
  • 1993. In Calabria, (85 min.)
  • 2003. Dedicato ad Antonino Uccello, (30 min.)
  • 2008. Articolo 23 - Pentedattilo (5 min.)

Premios e varias[acontza | edit source]

Notas[acontza | edit source]

  1. 1.0 1.1 I documentari di Vittorio De Seta (1954-1959), rubrica Rai Tg2-Mixer (su You Tube) - 28 febbraio 2009. Consultato il 15 luglio 2010.
  2. 2.0 2.1 Scheda su Isola di Fuoco, miglior documentario - corto metraggio del Festival di Cannes 1955. Consultato il 15 luglio 2010
  3. Scheda su Il mondo perduto: i cortometraggi di Vittorio De Seta. 1954-1959 di Feltrinelli. Consultato il 15 luglio 2010
  4. Il mondo perduto - Nota di copertina Consultato il 15 luglio 2010
  5. Premi David di Donatello - Vittorio De Seta. Consultato il 12 luglio 2010
  6. Cite error: Invalid <ref> tag; no text was provided for refs named IMDb
  7. Scheda su Détour De Seta al Tribeca Film Festival. URL consultato il 5 luglio 2010
  8. Full Frame Fest Advisory Board - Martin Scorsese. Consultato il 12 luglio 2010
  9. Vincenzo Filardi. Alessandria del Carretto: cittadinanza onoraria al regista De Seta , «Confronti» numero 7, luglio/agosto 2009. (PDF) Consultato il 5 luglio 2010