Cuntierra:Grafia sarda autònoma

Dae Wikipedia, s'entziclopedia lìbera.
Jump to navigation Jump to search

il segno /k/[modìfica su còdighe de orìgine]

Scusatemi che scrivo in italiano, lo sardo lo capisco soltanto (finora). Mi chiedo perché c'è ancora bisogno della "k", se la differenza tra i suoni che esprime la "c" in italiano è già chiarito utilizzando la "ç" per "ce/ci". Sarebbe dunque più logico dire "c" è sempre pronunciata /k/ e "ç" come il suono in "ciò". "Cherrer" o "kerrer" si scriverebbe semplicemente "cerrer". Secondo me, questo modo di scrivere è anche il più adatto nel senso della storia della lingua, cioè è appunto la proprietà che la lingua sarda ha tenuto la pronuncia della "c" in "caelum", perché allora scriverlo con "ch"? Perché utilizzare tre segni per due suoni, considerando che non esiste neanche una differenza storica tra "k" di "kelu" e "c" di "cun"?

Cosas stranas[modìfica su còdighe de orìgine]

No apu cumprèndiu poita a custu artìgulu calincunu apat açuntu su template "W". S'artìgulu est scritu in Grafia Sarda Autònoma pròpiu po donai s'idea de custa manera de scriri. Poita su template d'ant postu innoi feti e no d'ant postu in s'artìgulu de sa "Limba de Mesania" puru?