Ho visto un re

Dae Wikipedia, s'entziclopedia lìbera.
Jump to navigation Jump to search

Ozieri-Stemma.png
Articulu in logudoresu
Ozieri-Stemma.png

Ho visto un re est una cantone de su 1968 cantada dae Enzo Jannacci, chi est istada publicada comente 45 giri e su latu B est Bobo Merenda.

Sa cantone, iscritta dae Dario Fo, est guasi tota in italianu ma sos ritornellos sunu in dialettu milanesu. Sa cantone fit istada incisa dae Jannacci ma aiana cantadu umpare a issu finas Cochi e Renato chi cantaiana su ritornello. Sa cantone est una satira contra a su potere e sos potentes e a sa rassegnatzione de sos poveros chi azetan custu istadu 'e cosas chena si ribellare, ma non solu, finas chena protestare.

Sas peraulas[modìfica | modìfica su còdighe de orìgine]

Dai dai, conta su...ah be, sì be....
Ho visto un re.
Sa l'ha vist cus'è?
Ha visto un re!
Ah, beh; sì, beh.
Un re che piangeva seduto sulla sella
piangeva tante lacrime, ma tante che
bagnava anche il cavallo!
Povero re!
E povero anche il cavallo!
Ah, beh; sì, beh.
è l'imperatore che gli ha portato via
un bel castello...
Ohi che baloss!
...di trentadue che lui ne ha.
Povero re!
E povero anche il cavallo!
Ah, beh; sì, beh.
Ho visto un vesc...
Sa l'ha vist cus'è?
Ha visto un vescovo!
Ah, beh; sì, beh.
Anche lui, lui, piangeva, faceva
un gran baccano, mordeva anche una mano.
La mano di chi?
La mano del sacrestano!
Povero vescovo!
E povero anche il sacrista!
Ah, beh; sì, beh.
è il cardinale che gli ha portato via
un'abbazia...
Oh poer crist!
...di trentadue che lui ce ne ha.
Povero vescovo!
E povero anche il sacrista!
Ah, beh; sì, beh.
Ho visto un ric...
Sa l'ha vist cus'è?
Ha visto un ricco! Un sciur!
Sì...Ah, beh; sì, beh.
Il tapino lacrimava su un calice di vino
ed ogni go, ed ogni goccia andava...
Deren't al vin?
Sì, che tutto l'annacquava!
Pover tapin!
E povero anche il vin!
Ah, beh; sì, beh.
Il vescovo, il re, l'imperatore
l'han mezzo rovinato
gli han portato via
tre case e un caseggiato
di trentadue che lui ce ne ha.
Pover tapin!
E povero anche il vin!
Ah, beh; sì, beh.
Ho vist un villan.
Sa l'ha vist cus'e`?
Un contadino!
Ah, beh; sì, beh.
Il vescovo, il re, il ricco, l'imperatore,
persino il cardinale, l'han mezzo rovinato
gli han portato via:
la casa
il cascinale
la mucca
il violino
la scatola di kaki
la radio a transistor
i dischi di Little Tony
la moglie!
E po', cus'è?
Un figlio militare
gli hanno ammazzato anche il maiale...
Pover purscel!
Nel senso del maiale...
Ah, beh; sì, beh.
Ma lui no, lui non piangeva, anzi: ridacchiava!
Ah! Ah! Ah!
Ma sa l'è, matt?
No!
Il fatto è che noi villan...
Noi villan...
E sempre allegri bisogna stare
che il nostro piangere fa male al re
fa male al ricco e al cardinale
diventan tristi se noi piangiam,
e sempre allegri bisogna stare
che il nostro piangere fa male al re
fa male al ricco e al cardinale
diventan tristi se noi piangiam!