Salvatore Farina

Dae Wikipedia, s'entziclopedia lìbera.
Jump to navigation Jump to search

Ozieri-Stemma.png
Articulu in logudoresu
Ozieri-Stemma.png

Salvatore Farina (Sossu, 10 de ennàlzu 1846Milano, 15 de nadale 1918) est istadu unu poete, iscritore e giornalista sardu,.

Aiat istudiadu in Tàttari ue aiat frequentadu su ginnasio e su Liceo classico Domenico Alberto Azuni, fit cumpagnu de istudio e amigu de s'istoricu Enrico Costa.

Unas cantas òperas:[modìfica | modìfica su còdighe de orìgine]

  • Cuore e blasone, Milano, Cioffi, 1866.
  • Tutti militi! Pensieri sull'abolizione degli eserciti permanenti, Milano, Cesare Cioffi, 1866.
  • Un segreto. Romanzo, Milano, E. Treves, 1869.
  • Due amori. Racconto, Milano, E. Treves, 1869; Milano, Alfredo Brigola e C. Edit., 1886.
  • Il romanzo d'un vedovo. Racconto, Milano, Tip. della Soc. Coop., 1871; Milano, Edoardo Sonzogno, 1875.
  • Fiamma vagabonda. Romanzo, Milano, Treves, 1872.
  • Il tesoro di Donnina. Romanzo, Milano, Tipografia editrice lombarda, 1873.
  • Un tiranno ai bagni di mare. Tre scene dal vero, Milano, Libreria editrice G. Brigola, 1875.
  • Amore bendato. Racconto, Milano, Tipografia editrice lombarda, 1875.
  • Capelli biondi. Romanzo, Milano, Tipografia editrice lombarda, 1876.
  • Frutti proibiti. Fiamma vagabonda, Milano, Tipografia editrice lombarda, 1878.
  • Mio figlio!, Torino, Roux e Favale, 1882.
  • Amore ha cent'occhi, Milano, A. Brigola & C., 1883.
  • Per la vita e per la morte. Romanzo (si muore), Milano, Succ. Alfredo Brigola e C. Edit., 1891.
  • La mia giornata:
    • Dall'alba al meriggio, Torino, STEN, 1910.
    • Care ombre, Torino, STEN, 1913.
    • Dal meriggio al tramonto, Torino, STEN, 1915.

Bibliografia[modìfica | modìfica su còdighe de orìgine]

  • Benedetto Croce, Salvatore Farina, in La letteratura della nuova Italia - I, Bari, Laterza, 1921
  • Filippo Addis (a c. di), Salvatore Farina (1846-1918), Sassari, Gallizzi, 1942
  • Nicola Tanda, Letterature e lingue in Sardegna, Sassari, Edes, 1984
  • L. Strappini, Farina Salvatore, in Dizionario Biografico Degli Italiani, Roma, Istituto della Enciclopedia Italiana - Treccani, XXXXIV, 1994 (on-line)
  • Dino Manca, Introduzione a: S. Farina, Amore ha cent'occhi, Cagliari, Condaghes, 1997, pp. 7-30
  • Bruno Pischedda, Il feuilleton umoristico di Salvatore Farina, Napoli, Liguori Editore, 1997
  • Sabino Caronia, Il gelsomino d'Arabia. Dalla letteratura italiana alla letteratura degli italiani, Roma, Bulzoni, 2000
  • Aa.Vv.,Salvatore Farina. La figura e il ruolo a centocinquanta anni dalla nascita, a c. di D. Manca, I-II voll., Sassari, Edes, 2001, pp. 550
  • Dino Manca, Introduzione a Il carteggio Farina-De Gubernatis (1870-1913), ed. critica a c. di D. Manca, Cagliari, Centro di Studi Filologici Sardi/Cuec, 2005, pp. IX-CCXVI
Controllu de autoridadeVIAF (EN2479006 · ISNI (EN0000 0001 2117 872X · SBN (ITIT\ICCU\RAVV\036581 · LCCN (ENnr98027481 · GND (DE119389134 · BNF (FRcb11969885p (data)